lunedì, Dicembre 06, 2021

Cosa mangiare durante il ciclo mestruale: gli alimenti alleati del ciclo

Cosa mangiare durante il ciclo mestruale

Cosa mangiare durante il ciclo mestruale

La voglia è quella di strafogarsi di cioccolata ed ogni tipo di dolce, soprattutto durante la fase premestruale. Ma perchè questo avviene? Perchè durante il ciclo e nella fase immediatamente precedente al suo arrivo abbiamo più fame? Cosa mangiare durante il ciclo mestruale? Scopriamolo insieme.

Come l’alimentazione può aiutare nei tipici problemi del ciclo mestruale.
Fame incontrollata, dolori e crampi, sbalzi d’umore, ritenzione idrica, debolezza sono tra i tanti disturbi del ciclo mestruale. La dieta può aiutare a tenerli sotto controllo. Vediamo come, punto per punto.

Perchè durante il ciclo mestruale aumenta la fame?

L’aumento della fame soprattutto durante la fase premestruale è associato spesso ad un aumento di peso ed è dovuto alla sensibile diminuzione del metabolismo della serotonina, l’ormone implicato nel tono dell’umore.
A questo si associa l’aumento della disponibilità di zuccheri semplici che provoca un maggior immagazzinamento del triptofano all’interno delle cellule per sintetizzare la serotonina.

Ciò porta ad un forte desiderio di dolci, in particolare di cioccolata. Per sopperire a questo irrefrenabile desiderio occorre ripristinare i valori di serotonina favorendone l’aumento della serotonina ed evitando il calo degli zuccheri. Come? Mangiando le cose giuste ed assumendo magnesio, un importante elemento per la sintesi della serotonina.

Come combattere a tavola i dolori mestuali ed i crampi

Un altro problema legato al ciclo è il dolore: i crampi alla pancia per alcune donne sono talmente forti da diventare quasi invalidanti. Anche in questo caso una dieta corretta può aiutare con un apporto adeguato di omega 3. Uno studio condotto dallo European Journal of Clinical Nutrition ha evidenziato che quando l’alimentazione è ricca di questi tipi di grassi tendono si tende a soffrire meno dei dolori mestruali.Salmone e altri tipi di pesce, in particolare quello azzurro. noci e semi di lino non dovrebbero quindi mai mancare nella dieta durante il ciclo.

Oltre gli omega tre è fondamentale il potassio che si rivela utile anche per la ritenzione idrica e per l’ansia. Banane, avocado, zucca, zucchine, fagioli, spinaci, patate, uvetta essiccata, frutta a guscio e funghi sono tutte preziose fonti di potassio che non dovrebbero mai mancare nei giorni del ciclo.
L’ananas è un altro alimento prezioso soprattutto durante i giorni del ciclo: è ricco di manganese, una sostanza che contrasta i dolori del ciclo e contiene anche un enzima che riesce a rilassare i muscoli prevenendo le coliche mestruali.

Alimenti per combattere il gonfiore mestruale

Le proteine aiutano per contrastare la ritenzione idrica. Mangiare proteine contribuisce, quindi a sbarazzarsi dei liquidi in eccesso. Si possono consumare anche a mò di spuntino: una fetta di formaggio, un cracker con una fetta di bresaola, uno yogurt, una manciata di arachidi.

Come contrastare la carenza di ferro dovuta al ciclo

Durante il ciclo mestruale, soprattutto in caso di cicli mestruali abbondanti, assieme al flusso mestruale, si perde anche il ferro. La carenza di questo minerale si può reintegrare a tavola assumendo carne di manzo, fagioli, pomodori, ceci. lenticchie, spinaci, riso bianco,

Alimenti per evitare gli sbalzi d’umore tipici del ciclo

Gli sbalzi d’umore sono un altro disturbo legato al ciclo mestruale. Si possono combattere a tavola con i carboidrati integrali che danno un valido contributo al mantenimento del tono dell’umore alto e che rilassano anche il sistema nervoso. I cereali integrali vantano più fibre, più vitamine del gruppo B e un indice glicemico più basso.

Anche bere un paio di caffè aiuta: la caffeina contrasta la “letargia” tipica dei giorni del ciclo, porta buonumore e , essendo diuretica, aiuta a contrastare la ritenzione idrica.

Il cacao è ricchissimo di antiossidanti, potassio e ferro, ha inoltre effetti positivi in caso di anemia e astenia ed esercita un’azione anti-depressiva ed energizzante. Quindi moderatamente e meglio se fondente, è possibile concedersene un pochino.

Un altro alimento per aumentare il tono e combattere la spossatezza è la cannella, una preziosa spezia che regola la glicemia, contrasta la fermentazione addominale, combatte spossatezza e astenia e stimola il sistema immunitario, Inoltre il suo contenuto di triptofano, è rilassante e rasserenante.

Questi gli alimenti che non dovrebbero mai mancare durante il giorni del ciclo e anche nei giorni che lo precedono. A riso, ananas, pesce azzurro, carboidrati, zucchine, spinaci e tutto il resto di alimenti citati, è importante associare le tisane. Assumere tisane come melissa, plassiflora, tiglio si rivela utilissimo per questo periodo, si a per contrastare i dolori, che per rilassare, che per combattere la ritenzione idrica. Anche mangiare ad orari regolari consente un controllo maggiore sul ciclo della fame: colazione, pranzo, una merenda e una cena leggera intervallati da piccoli spuntini sono l’ideale. E’ necessario evitare di assumere dolci nel pomeriggio perché si rischia di mettere in circolo un livello troppo elevato d’insulina.

Approfittiamo dunque degli alimenti alleati per vivere meglio i giorni del ciclo.

Back To Top