mercoledì, Ottobre 28, 2020
spugna mestruale
Assorbenti e natura Tipologie Assorbenti

Spugna mestruale

spugna mestruale

Sono sempre di più le donne che cercano alternative naturali agli assorbenti tradizionali ed ai tamponi. Coppette mestruali, assorbenti lavabili, mutandine per mestruazioni sono certamente i metodi più richiesti per chi non ama il classico assorbente esterno o interno. Ma insieme a questi metodi c’è anche la spugna mestruale chiamata anche spugna di mare. Andiamo a scoprirla

Cosa sono le spugne mestruali

Le spugne mestruali rappresentano un’alternativa naturale agli assorbenti ed alle coppette. Si possono inserire all’interno della vagina durante il ciclo e riescono ad assorbire qualsiasi tipo di flusso senza provocare irritazioni o secchezza.

Sono chiamate anche spugne di mare, e fungono da vero e proprio tampone naturale, altamente assorbente, si tratta in effetti la protezione interna più antica. Un sistema riutilizzabile economico ed ecologico e facile da usare.

Le spugne mestruali presentano diversi vantaggi: sono soffici, hanno una forma anatomica e, una volta inserite, sono in grado di adattarsi perfettamente al corpo.

La differenza con i classici tamponi sta nel fatto che le spugne mestruali non assorbono anche i flussi vaginali come fanno invece i tamponi. In tal modo scongiurano il rischio di secchezza, irritazioni e danni alla mucosa. Inoltre, diversamente dai tamponi, rappresentano una scelta green perché sono riutilizzabili.

Vantaggi spugna mestruale

Riassumiamo i vantaggi della spugna mestruale:

  • è ecologica
  • è economica
  • è facile da usare
  • non irrita e non fa danni alla mucosa
  • è lavabile e riutilizzabile
  • si può tenere anche durante i rapporti sessuali

Come scegliere la spugna mestruale

Sono diverse le taglie disponibili per la spugna mestruale:

La taglia XS (Mini) e S è ideale per le adolescenti per la sua piccola forma e flusso molto leggero.

Per i rapporti sessuali è consigliato utilizzare una spugna di taglia M o L

Come usare la spugna mestruale

Prima dell’uso la spugna deve essere accuratamente lavata per rimuovere eventuali residui di particelle e per neutralizzare il PH. Un efficace modo per lavarla è quella di immergerla prima del primo utilizzo in acqua ed aceto.

È importante lavarsi bene le mani prima di indossare la spugna.

Poi durante l’uso è necessario sciacquare la spugna, strizzarla e reinserirla nella vagina con due dita pulite. La spugna può essere spinta in alto verso la cervice con il dito medio. La sua forma si adatta alla vagina. Se si avverte che la spugna è troppo grande la sì può ritagliare a piacere. La spugna può essere facilmente inserita e rimossa con due dita pulite a mo’ di pinzette.

Per rimuovere la spugna mestruale si può contrarre la muscolatura del pavimento pelvico come se si dovesse urinare, la spugna viene premuta verso l’esterno e l’estrazione sarà più facile.
Quando la spugna è completamente bagnata, la si può sciacquare sotto l’acqua corrente fredda, cosicché il sangue non coaguli.

Durante i primi due giorni di ciclo quando il flusso è più intenso, potrà essere necessario lavare la spugna ogni 2-3 ore. Poi, nel momento in cui il flusso diminuisce si può lavare la spugna ogni 4-6 ore.

Prima di ogni reinserimento la spugna può essere immersa in acqua calda, ma alcune donne  preferiscono tenerla in ammollo in acqua tiepida prima di reinserirla perché in tal modo  la spugna sarà piacevolmente tiepida.

Spugna mestruale dove acquistarla

In commercio ci sono tanti marchi di spugne mestruali, si possono acquistare in farmacia ma anche nei supermercati on line (anche su Amazon) o off line. Si può optare per le spugne naturali, che rappresentano la vera scelta ecologica,  e per le spugne mestruali realizzate in materiale sintetico che, però, diversamente dalle prime possono essere usate una sola volta e non sono differenziabili.

Ecco un video che spiega come usare spugna mestruale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top