domenica, Dicembre 04, 2022
Giornata Mondiale della Prematurità
Varie

Giornata Mondiale Prematurità

Giornata Mondiale della Prematurità

In Italia ogni anno oltre 30.000 i bambini nascono prematuri, fortunatamente i progressi della medicina consentono a questi piccoli guerrieri di superare con successo tutte le difficoltà legate alla prematurità. Per sensibilizzare, incoraggiare, informare, supportare, fare il tifo a tutti i bimbi prematuri è stata istituita la Giornata Mondiale della Prematurità (World Prematurity day). Andiamo a scoprire meglio di cosa si tratta.

La Giornata Mondiale della Prematurità è celebrata in oltre 60 paesi, e dal 2011 si pone l’ obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prematurità e della malattia nei neonati, e di dare così voce alle famiglie dei piccoli pazienti.

Quando un bambino è prematuro?

È considerato prematuro è un neonato con età gestazionale inferiore alle 37 settimane, con un peso alla nascita inferiore o uguale a 2500 g ed un’ altezza inferiore o uguale a 47 cm. Porprio in base ad età gestazionale e peso vengono attribuiti diversi gradi di prematurità.

Cause delle nascite premature

Le nascite premature possono essere provocate da diverse cause. Vediamole

1. cause ostetriche: gravidanze troppo ravvicinate, multiparità, gemellarità, ipoplasia uterina, utero bicorne, utero settato, endometrite cronica, fibromatosi uterina, deiscenza cervicale, placenta praevia, distacco precoce della placenta, emorragie retroplacentari, emorragie nel secondo trimestre di gravidanza, eclampsia, pre-eclampsia, fissurazione precoce delle membrane amniotiche.

2 cause mediche: malattie materne acute (ipertiroidismo, ipotiroidismo, malaria, epatite, influenza, eruzioni cutanee, toxoplasmosi, listeriosi), malattie materne croniche (asma bronchiale, tubercolosi, leucemia, diabete materno)

3. cause sociali: sforzi e lavoro eccessivi, stress lavorativo, traumi fisici, situazioni di conflitto, emozioni forti, traumi mentali, scarsa igiene, mancanza di indipendenza.

4. motivi sconosciuti

La prematurità per il bambino e per i genitori

Sono tante le definizioni che vengono utilizzate per definire un  bambino prematuro.  Ma cosa rappresenta veramente per dei genitori è difficile spiegarlo se non lo si è vissuto.  La maggior parte delle persone ignora i problemi legati alla prematurità, le sue  cause e le possibili conseguenze, per questo motivo spesso e volentieri i genitori si trovano impreparati e vengono inevitabilmetne assaliti da sentimenti come la paura, l’angoscia, la tristezza.

Per il neonato la nascita anticipata è un evento che porta un consistente  stress da un punto di vista fisiologico ed emotivo e determina l’alterazione di alcuni  ritmi biologici, ma anche degli scambi interattivi con la madre.  La madre, a sua volta, sperimenta una transizione alla genitorialità caratterizzata da un  elevato stress emotivo che spesso si manifesta con una sintomatologia di natura psico-emotiva.

I dati in Italia

I nati prematuri nel nostro Paese rappresentano il 7% del totale. Sono considerati prematuri i bambini che nascono prima della 37a settimana di gestazione. Rispetto al passato, non ci sono state sostanziali modifiche tranne che per le donne che hanno contratto il Sars-Cov-2 in gravidanza: in questi casi la prematurità ha avuto un incremento salendo al 19.7% .

Come si celebra la Giornata Mondiale della Prematurità

Il colore simbolo della prematurità è il viola. La Società Italiana di Neonatologia (SIN) ha rinnovato l’invito ai Sindaci e alle amministrazioni comunali di tutta Italia per far illuminare di monumenti più rappresentativi nelle diverse città di questo colore.

Back To Top