martedì, Luglio 05, 2022
Quando fare il test di gravidanza
Varie

Quando fare il test di gravidanza

Quando fare il test di gravidanza

Quando si ha una vita sessuale attiva, non si usano particolari protezioni ed il ciclo non arriva è normalissimo pensare ad una gravidanza. A volte è desiderata, altre volte temuta, spesso è una gradita sorpresa, in alcuni casi potrebbe rappresentare un problema. Restare nel dubbio è difficile, il dubbio rappresenta una vera e propria angoscia che porta stress e paure. Un test di gravidanza può essere in questi casi di grande aiuto perché consente di sapere se siamo incinta o meno.

Cos’è il test di gravidanza

Il test di gravidanza è uno strumento che consente di sapere nel giro di pochi minuti se si è incinta o meno. Si tratta di un esame che si basa sulla rilevazione ed il dosaggio nelle urine della gonadotropina corionica (beta HCG). Questo ormone viene prodotto dalle cellule pre-embrionali che origineranno la placenta e si può rilevare solo dopo l’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero, ossia circa una settimana dopo il concepimento.
Ovviamente il test di gravidanza casalingo deve essere seguito e confermato da una visita ginecologica ma generalmente si tratta di un esame affidabile e sicuro.

Come è fatto un test di gravidanza? La confezione contiene uno stick impugnabile che contiene una striscia reattiva. E’ sufficiente porre la striscia sotto il flusso delle urine, mettere il test appoggiato su un piano ed attendere il tempo indicato nella confezione (si tratta comunque di pochi minuti).
Nella finestra di controllo uscirà il risultato che generalmente è una o due linee colorate. Nella confezione sono comunque presenti tutte le indicazioni per la lettura del risultato.
Qualora il risultato sia dubbio il test può essere ripetuto (ovviamente usando uno stick nuovo)

Tipologie di test di gravidanza

Ci sono diverse tipologie di test di gravidanza casalingo, vediamole.

  • Il test di gravidanza tradizionale con le linee. Si tratta del test classico che è positivo se appaiono due linee colorate de che è negativo se compare una sola linea colorata.
  • Nel test di gravidanza digitale il risultato puà essere una “incinta” o “non incinta” sul display oppure un simbolo.generalmente i test digitali indicano anche il numero di settimane dal concepimento.
  • Test di gravidanza precoce. Si tratta di un test effettuabile a domicilio che rileva precocemente la presenza dell’ormone HCG, per questo può essere eseguito 3-4 giorni prima della data prevista di arrivo delle mestruazioni.

Test di gravidanza: costo

I test di gravidanza casalinghi costano dai 5 ai 20 euro a seconda che si tratti di un test normale (stick) o digitale. Si possono acquistare in farmacia, o anche online.

Sintomi gravidanza

Ma oltre il ritardo del ciclo ci sono altri sintomi che indicano una gravidanza? Vediamoli

Premesso che ogni caso è a sé e che ogni donna (ed ogni gravidanza) è diversa dall’altra, ci sono dei sintomi più diffusi e comuni che possono manifestarsi già da subito dopo la fecondazione.

Il corpo si inizia da subito a modificare e questi cambiamenti vengono avvertiti in maniera più o meno marcata, talvolta anche dai primi giorni di gestazione. Le ghiandole mammarie crescono e il seno potrebbe essere più dolorante, teso. Si tratta di un sintomo molto simile a quello del periodo pre-mestruale quando il seno è indolenzito
Un altro sintomo che indica la gravidanza e che può comparire precocemente è la sensibilità ad odori e sapori. Si tratta di un sintomo collegato all’aumento degli estrogeni e progesterone.

Si potrebbero avvertire anche i dolori di impianto dell’ovulo nell’utero che si manifestano come crampi al basso ventre.

Anche la nausea ed il malessere, soprattutto al mattino, possono essere indice di una gravidanza. La causa è la gonadotropina corionica, che può dare nelle donne una sensibilità molto soggettiva.
Stanchezza esenso di vertigini sono invece provocati dall’abbassamento della pressione.

Concludendo, se si ha il dubbio di essere incinta è bene fare un test di gravidanza. In caso di risultato positivo è necessario rivolgersi al proprio ginecologo, in caso di risultato negativo si attende il ciclo e qualora continui a ritardare è bene, anche in questo caso, rivolgersi al proprio ginecologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top